09 Marzo 2020

Volvo promette un "lancio impeccabile" della prima linea di batterie nonostante i recenti problemi di fornitura delle celle.

Volvo ha compiuto un altro grande passo nel suo viaggio verso la realizzazione di automobili completamente elettriche che rappresenteranno la metà delle sue vendite globali entro il 2025 con la sua prima catena di montaggio di batterie.

Il capo dello stabilimento di Gand, Stefan Fesser ha promesso un "lancio impeccabile" della produzione di sistemi di batterie in una nuova struttura di 5.000 metri quadrati, che si trova nello stesso campus dell'impianto di assemblaggio di veicoli Volvo.

La sua promessa viene nonostante i recenti rapporti secondo cui il fornitore di celle Volvo, LG Chem, ha avuto problemi a soddisfare la domanda di altre case automobilistiche, causando interruzioni della produzione a due concorrenti.

Il mese scorso Audi ha dovuto smettere di produrre il SUV completamente elettrico e-tron nella sua fabbrica di Bruxelles. I rapporti dei media hanno incolpato il problema di una carenza di celle fornite dalla fabbrica LG Chem a Wroclaw, in Polonia. Anche Jaguar Land Rover è stata costretta a ridurre la produzione del SUV elettrico I-Pace, prodotto a Graz, in Austria, a causa di problemi di alimentazione della batteria dello stabilimento LG Chem in Polonia.

Giovedì, numerosi dirigenti Volvo all'inaugurazione della linea di batterie hanno espresso fiducia nella capacità del fornitore coreano di fornirgli abbastanza celle per tenere il passo con la domanda della prima vettura completamente elettrica della casa automobilistica, la XC40 Recharge P8, che entrerà in produzione a fine settembre.

"Non abbiamo alcun problema", ha dichiarato Jonas Engstrom di Volvo. "Tutto funziona secondo i piani."

Il nuovo responsabile del lancio del modello di Volvo, Peter Durie, ha anche affermato che non vi è alcuna indicazione che LG Chem avrebbe avuto problemi a rifornire la fabbrica, che inizierà la produzione di test lunedì. L'obiettivo è avere la linea pronta per l'uscita seriale in tempo per l'inizio della produzione dell'XC40 Recharge.

Volvo prevede che avrà bisogno di una fornitura costante di celle a causa della forte domanda per il suo primo veicolo elettrico.

"Questa vettura ha superato tutte le nostre aspettative negli ordini a mano iniziali", ha dichiarato Engstrom, che è responsabile dell'attività commerciale per le auto delle serie 40 e 60 di Volvo.

Alla domanda su quanti ordini ha detto: "Ne abbiamo migliaia". Ha rifiutato di essere più specifico o condividere la capacità iniziale della linea di batteria. Tuttavia, ha detto: "Non sarei sorpreso se, in futuro, rivedessimo la capacità".

Durie ha detto che la linea della batteria avrebbe lo stesso numero di turni dell'impianto di Gand, che è di tre o 24 ore al giorno. Ha rifiutato di dire quanto tempo Volvo ha bisogno per completare una batteria nella sua nuova struttura.

Volvo costruisce 1.000 veicoli al giorno a Gand, dove il SUV compatto XC40 è prodotto sulla stessa linea della vettura di medie dimensioni V60. La produzione dell'anno scorso era di 225.000 veicoli, di cui l'XC40 rappresentava 185.000 unità.

L'impianto di assemblaggio ha già molta esperienza con i propulsori elettrificati perché uno su nove veicoli fuori dalla linea di Gand è un ibrido plug-in, ha affermato Geert Willems, che è a capo dell'assemblaggio finale.

Lo stabilimento di Gand inizierà a produrre versioni ibride di XC40 e V60 a maggio, ma il grande cambiamento arriverà questo autunno con il passaggio alla produzione di modelli completamente elettrici.

A tal fine, Volvo ha speso gli ultimi due anni e milioni di euro per convertire un ex parcheggio per i dipendenti in una casa per la sua linea di produzione di batterie a nove stazioni lunga 95 metri per la batteria da 78 kilowattora che contribuirà a fornire l'XC40 Recharge con oltre 400 CV e 660 Newton metri di coppia.

Volvo stima che l'XC40 Recharge avrà un'autonomia di 400 km (248 miglia) e che la batteria del SUV può essere ricaricata all'80% della capacità in 40 minuti usando un caricabatterie rapido.

Volvo ha invitato i media e i politici locali a Gand giovedì per un ultimo sguardo all'interno della struttura prima di limitare l'accesso a soli 450 operatori altamente qualificati. Funzioneranno in un ambiente privo di polvere e ad alta tensione.

Complessivamente Volvo ha investito 150 milioni di euro a Gand per aggiungere la linea di batterie e dotare la fabbrica di ibridi e plug-in, che secondo Volvo rappresenteranno l'altra metà delle sue vendite globali entro il 2025. L'investimento include anche 24 milioni di euro per la formazione degli operatori.

La costruzione di una seconda linea di batterie dovrebbe iniziare nello stabilimento statunitense di Volvo questo autunno. Questa linea produrrà sistemi di batterie per la versione completamente elettrica della terza generazione XC90 di Volvo.